Pressione fiscale: perché non utilizzare i soldi del FUG invece di mettere nuove tasse?

Mentre il Governo si appresta, con fatica, ad approvare una pesante manovra finanziaria, almeno 2,21 miliardi sono lasciati nel cassiere “Equitalia” senza che nessuno pensi di utilizzarli, evitando così di aumentare le imposte.

3 December 2013 13:45Views: 42

Il Fondo Unico di Giustizia, meglio conosciuto come FUG, è un fondo creato dallo Stato su cui confluiscono tutte le somme di denaro ogni giorno sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata o, più in generale, a chi commette reati. Nel fondo finiscono anche i soldi derivanti dalle sanzioni applicate nell’ambito di procedimenti civili e amministrativi.

Il Fondo è stato creato con una legge Finanziaria del 2008 e la sua gestione è attribuita alla società Equitalia Giustizia, “parente” della ben nota Equitalia (incubo di tanti italiani).

A quanto ammonta questo Fondo

La Ragioneria Generale dello Stato ha comunicato che, alla data del 31.12.2011, le risorse intestate al FUG ammontano a 2,21 miliardi di euro. Oggi la cifra avrà certamente superato i 3 miliardi di euro. Si tratta di un importo non indifferente ove si consideri che la manovra finanziaria, in corso di approvazione, è di 15 miliardi di euro, con un’ ultima modifica che ha previsto tra minori spese e maggiori entrate (leggi maggiori imposte) circa 2,7 miliardi, quasi quanto l’ammontare delle somme presenti al FUG.

Come dovrebbero essere utilizzate queste somme

In sede di costituzione del FUG era stato previsto che il 2% del fondo venisse affidato al Ministero dell’Economia, il 49% al Ministero degli Interni e il 49% al Ministero di Giustizia. Sembrerebbe, tuttavia, che – da quando è stato costituito – siano state erogate, con molta fatica, solo poche centinaia di milioni di euro.

Ma perché non utilizzare tutto il tesoretto “FUG”?

Pressione-fiscale-perche-non-utilizzare-i-soldi-del-FUG-invece-di-mettere-nuove-tasseSecondo i tecnici vi sono due ordini di problemi (apparenti):

1) una parte delle somme non sono prontamente trasformabili in denaro, poiché caratterizzate da titoli di vario genere;

2) altra parte delle somme non può essere utilizzata perché serve per coprire eventuali restituzioni, nel caso in cui alla fine del processo non viene decisa la confisca.

Tuttavia, tali (apparenti) giustificazioni sono superabili:

1) se parte delle somme non sono rappresentate da denaro contante perché non procedere al loro disinvestimento? disinvestire un titolo e quindi trasformarlo in denaro non è un’operazione così complessa, né tantomeno lunga.

2) Equitalia ha la capacità di misurare, secondo opportune statistiche, quanti beni in media vengono restituiti e quanti sono confiscati, così da individuare una percentuale approssimativa delle somme da utilizzare subito.

Ogni giorni vengono sequestrati e confiscati milioni di euro, tali da creare un fondo oggi di almeno 2,21 miliardi, mentre il governo “non sa” dove prendere i soldi per ridurre un’opprimente pressione fiscale. Perché non utilizzare il FUG?

Autore foto: 123rf.com

Articolo ripreso dal portale www.laleggepertutti.it

Pagina originale: Pressione fiscale: perché non utilizzare i soldi del FUG invece di mettere nuove tasse?

Scarica questo articolo come PDF

Per maggiori informazioni:

+44 741 282 3932         info@ascheri.co.uk

Questo portale appartiene allo studio Ascheri & Partners di Londra, specializzato in costituzione società estere, apertura conti bancari, consulenza tributaria e societaria internazionale, acquisizioni & mergers, tutela del patrimonio, acquisto casa a Londra, residenza e cittadinanza per investimento
www.ascheri.co.uk