Contenzioso tributario

Quando il redditometro non e’ applicabile

“Maggior reddito” conseguito ma volutamente occultato: questa la contestazione del Fisco nei confronti di una contribuente, contestazione poggiata sulle “spese” da ella sostenute e concretizzatasi negli “avvisi di accertamento di recupero a tassazione, a fini Irpef, del maggior reddito” relativamente agli “anni 2000 e 2001”. Ma la ricostruzione proposta dal […]

Difetto di motivazione

L’art. 7 della L. 27 luglio 2000, n. 212 sancisce l’obbligo di chiarezza e di motivazione degli atti: “Gli atti della amministrazione finanziaria sono motivati secondo quanto prescritto dall’articolo 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241, concernente la motivazione dei provvedimenti amministrativi, indicando i presupposti di fatto e le […]

A Parma, chi di PEC ferisce di PEC perisce

La CTP di Parma, corifea di sentenze sempre interessanti e innovative, non ha mancato di rimarcare quali siano i paletti che devono presidiare le notifiche a mezzo pec con la sentenza 462/07/14 del 8/5/2014 depositata il 19/8/2014. Come era immaginabile, se già il tema delle notifiche continua da oltre qualche […]

Contenzioso tributario e sistema sanzionatorio

Con  tale  intervento, si tende  a  voler  riportare  l’attenzione sulle  considerazioni che il contribuente e di conseguenza il suo professionista  devono  fare  al fine di meglio valutare se e come opporsi  ad un eventuale accertamento fiscale anche  e soprattutto sulla  scorta  di un  sistema  sanzionatorio vessatorio e che tende  a […]

Contro Equitalia si può vincere: se la cartella non è dovuta, condanna per lite temeraria.

Evidentemente, la Commissione Tributaria di Brindisi non è stata la sola a condannare sonoramente Equitalia per il suo comportamento “ostruzionistico” nei confronti del contribuente (leggi l’articolo di due giorni fa: “Equitalia, responsabilità aggravata se prima dell’esecuzione non controlla i ruoli”). È successo anche con il Tribunale di Locri, la cui […]